Chiudi

 

Blog ad Improbabilità Infinita

L'unico blog che può trasformarvi in una balena o in un vaso di petunie

Feed RSS / Commenti RSS APML

Olympos

Scritto il 14 August 2013 alle 18:59

"Olympos - La Guerra degli Immortali" e "Olympos - L'Attacco dei Voynix", di Dan Simmons.

Dalle rispettive alette sinistre:

Gli eventi avrebbero dovuto ripetersi come Omero li ha raccontati nell'"Iliade". Su Marte, però, ai piedi del monte Olimpo, la guerra di Troia ha preso una svolta inaspettata. Thomas Hockenberry, ex docente universitario di lettere richiamato in vita perché sorvegliasse lo svolgimento dei fatti, ha convinto troiani e achei a combattere insieme contro i presunti dèi. Non sa che, fra gli immortali, c'è chi congiura per rovesciare il governo di Zeus. E intanto semina discordia per riportare Agamennone alla testa degli achei e spezzare l'innaturale alleanza con i troiani. L'antica ostilità fra i due popoli riaffiora, infatti, quando essi sono costretti a ritirarsi sulla piana di Ilio dopo il collasso del tunnel quantico che la collega a Marte. Solo Achille rimane nel regno degli onnipotenti, nella speranza di costringerli a restituire la vita a Pentesilea, la regina delle amazzoni di cui, complice il filtro magico di Afrodite, si è innamorato subito dopo averla uccisa in duello. Sul pianeta Phobos, nel frattempo, i moravec - esseri cibernetici creati dai mortali e loro alleati - costruiscono una nave spaziale per andare sulla Terra a scoprire chi è responsabile delle modificazioni genetiche da cui si sono generati gli dèi e delle manipolazioni dello spazio-tempo che rischiano di provocare la distruzione del sistema solare. Li attende uno spettacolo desolante, un pianeta sconvolto su cui si combatte un'allucinata battaglia. Dopo aver perduto la tecnologia che assicurava loro cento anni di vita in perfetta salute, gli ultimi post-umani sono costretti infatti a difendersi dallo spietato attacco dei voynix, macchine in parte organiche, un tempo al loro servizio e ora intenzionate a cancellare il genere umano. Ma un altro e più grave pericolo incombe. E ha l'aspetto di una mostruosa creatura che pare muoversi su una miriade di mani... Con "Olympos" Dan Simmons ci consegna il terzo episodio di "Ilium", la sua più brillante saga fantascientifica: un'opera di impareggiabile potenza visionaria, nella quale inquietudini apocalittiche e slanci eroici si intrecciano in maniera inestricabile. Oltre i confini del mistero...

In un cosmo costituito di varie dimensioni, comunicanti tra loro, diverse forme di vita lottano tra loro per la sopravvivenza e il dominio. Sul monte Olimpo, gli dei della classicità hanno ricreato, nel mondo di Ilio, la guerra di Troia, richiamando in vita un professore del ventunesimo secolo, Thomas Hockenberry, perché sorvegli lo svolgimento delle battaglie in modo che tutto avvenga come nella realtà storica. Ma Hockenberry, innamoratosi di Elena, ha tramato perché greci e troiani stringessero un'alleanza contro gli dèi. Ottenuto il suo scopo, però, si rende conto che gli uomini di Ilio non hanno nessuna speranza contro le divinità, in particolare contro Zeus, il despota dell'Olimpo. Deve dunque intervenire di nuovo, per sfruttare il malcontento generato da Zeus tra gli altri dèi e aiutare così la causa di Ettore e Achille. Intanto, sulla Terra, i pochi post-umani rimasti, prodotti di una tecnologia ormai dimenticata, stanno cedendo sotto l'attacco dei voynix, macchine in parte organiche affrancatesi dal dominio degli umani e ora decisi a sterminarne la razza. Infine, sul pianeta Phobos, i moravec, esseri cibernetici creati dagli umani, ma rimasti loro alleati, sono gli unici a preoccuparsi dell'equilibrio del cosmo. Due di essi, sono stati inviati sulla Terra con Odisseo per scoprire quale alterazione abbia generato gli dèi, in modo da ristabilire l'equilibrio universale. In un continuo gioco di salti dimensionali, e intrecci tra personaggi che nulla sembrano avere in comune, nemmeno un'origine genetica, Dan Simmons chiude in modo spettacolare una delle saghe più innovative della fantascienza contemporanea. Cominciata con Ilium L'Assedio, è un'opera nella quale la rivisitazione della letteratura classica e la sperimentazione fantascientifica raggiungono un livello di immaginazione estremo, conquistando un numero sempre crescente di fan in tutto il mondo.

Con questi due volumi (uno solo in inglese, ma Lord Mondador ci mette sempre le mani per fare più soldi) si conclude la quadribi-logia iniziata con Ilium (in italiano, Ilium - L'AssedioIlium - La Rivolta).

Se il primo volume aveva gettato le basi per una storia epica, questo ha deluso in parte le mie aspettative. Non proverò nemmeno a spiegare la trama sia perché è di una complessità non banale, sia perché faccio fatica a ricordarmi gli avvenimenti a causa della lunghezza estrema del testo (quasi 1000 pagine!).

Con tutte quelle parole sarebbe stato il caso di far convergere meglio i tre filoni narrativi rendendo l'amalgama meno artificiosa e più credibile. E, magari, Simmons avrebbe potuto fornire molte più spiegazioni su diversi aspetti del romanzo che rimangono oscuri. Bisogna sempre lasciar qualcosa in sospeso per rendere una saga davvero memorabile, ma così è troppo.

I personaggi sono ben delineati e rappresentano al meglio i pregi e, soprattutto, i difetti tipici degli esseri umani. E questo vale per gli eroi greci, troiani, gli dèi dell'Olimpo, gli umani vecchio stile, i post-umani e le altre razze ed entità.

La trama presenta molte idee interessanti e stuzzica davvero l'immaginario: ho sempre adorato i romanzi che raccontano un viaggio e che hanno un respiro così ampio da toccare diverse civiltà, razze, luoghi e tempi. Per queste ragioni lo consiglio comunque, anche se risulta essere troppo ambizioso.

È davvero un peccato perché poteva assumere davvero i toni epici della saga de "I Canti di Hyperion".

 


Prossima lettura: "Batman - Il Ritorno del Cavaliere Oscuro", Frank Miller.




Informazioni sui libri:

Titolo originale Olympos
Editore Mondadori
Anno di prima pubblicazione 2005
Pagine 453+513
Prezzo 17.50+18€ (ma non si trovano più)
ISBN 978-88-04-55106-5 e 978-88-04-56973-2


Post attinenti:

Nessun commento ↓

  • Non ci sono commenti. Vuoi essere il primo?

Commentami!

Puoi utilizzare i seguenti tag XHTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>