Chiudi

 

Blog ad Improbabilità Infinita

L'unico blog che può trasformarvi in una balena o in un vaso di petunie

Feed RSS / Commenti RSS APML

Il Colore della Magia

Scritto il 26 September 2010 alle 14:49


Warning: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.jhack.it/htdocs/blogWordpress/wp-content/plugins/latex/latex.php on line 91

Warning: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.jhack.it/htdocs/blogWordpress/wp-content/plugins/latex/latex.php on line 92

Warning: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.jhack.it/htdocs/blogWordpress/wp-content/plugins/latex/latex.php on line 91

Warning: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.jhack.it/htdocs/blogWordpress/wp-content/plugins/latex/latex.php on line 92

Warning: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.jhack.it/htdocs/blogWordpress/wp-content/plugins/latex/latex.php on line 91

Warning: preg_replace(): The /e modifier is no longer supported, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.jhack.it/htdocs/blogWordpress/wp-content/plugins/latex/latex.php on line 92
Acquista ora su laFeltrinelli.it

"Il Colore della Magia", Terry Pratchett.

Dalla quarta di copertina :

In un mondo sorretto da quattro elefanti magici che poggiano sul guscio di una tartaruga gigante, ha inizio la più stramba, scatenata ed esplosiva delle avventure: il viaggio dell'ingenuo Duefiori attraverso le meraviglie e le bizzarrie del Mondo Disco.

Scritto nel mio anno di nascita, si tratta del libro che ha dato il via alle numerose saghe che Terry Pratchett ha dedicato al Mondo Disco, un pianeta costituito da un disco appoggiato sulle schiene di quattro elefanti, a loro volta sorretti dall'enorme tartaruga A'Tuin, che viaggia nello spazio.

Per darvi un'idea della dimensione del disco mi è sufficiente rifarmi alla pagina 174, dove viene detto che un terzo della circonferenza corrisponde a 16.000 km, per cui il diametro di questo mondo è di

e la sua superficie di

Per fare un confronto, considerate che la superficie della Terra è di

Quindi si tratta di un disco piatto di superficie pari a circa un terzo di quella terrestre.

Ora che ho infilato un po' di matematica anche in questo post, torniamo al romanzo, che vede un mago fallito, Scuotivento (Rincewind), far da guida al primo turista mai esistito nel Mondo Disco, Duefiori (Twoflower), proveniente dall'Impero Agateo. In visita alla città di Ankh-Morpork, Duefiori si fa subito notare perché è maledettamente ricco per i canoni locali e non ha la minima concezione di ciò, essendo assolutamente naïf e affrontando tutte le situazioni con un grande ottimismo.

In fuga dalla città in fiamme, i due si trovano ad affrontare avventure che li porteranno fino al Bordo del Disco. Scuotivento è aiutato dalla sua codardia e dall'unico incantesimo che conosce o, meglio, non conosce, in quanto gli è entrato nella testa, facendo tabula rasa degli altri, quando si è azzardato ad aprire l'Ottavo, il più potente libro di magia, e si manifesta involontariamente nelle occasioni di pericolo. Duefiori è invece seguito e protetto dal Bagaglio, un baule costituto interamente dal preziosissimo legno di pero sapiente, che gli conferisce proprietà uniche: infatti lo segue con le numerose gambette e attacca chiunque gli impedisca di raggiungere il proprio padrone.

A guidare il destino di tutti sono gli dèi, che giocano una vera e propria partita ad una sorta di gioco di ruolo che vede il Mondo Disco come terreno di gioco. Inoltre, fa la comparsa Morte, personaggio che avevo già conosciuto in Morty l'Apprendista, primo romanzo de Ciclo di Morte, scritto successivamente. È la parodia del classico essere scheletrico con la falce e parla in MAIUSCOLO.

Ma non è finita qui, perché la continua ricerca di parodie di altri scrittori famosi rende il tutto estremamente assurdo e comico: ad esempio, chi non ricorda i Grandi Antichi di Lovecraft nella mostruosa entità di Bel-Shamharoth?

Se proprio devo trovare un difetto in questo romanzo è il voler mettere troppa carne al fuoco e, soprattutto, non avere una conclusione efficace, dato che la storia continua nel successivo "La Luce Fantastica".

Invito a leggere questo romanzo tutti coloro che vogliano ridere degli stereotipi dei fantasy classici e sappiano apprezzare l'umorismo inglese.


Prossima lettura: "I Racconti dei Vedovi Neri", di Isaac Asimov.


Citazioni :

  • pag. 48: "[...] nessun incantesimo serve a molto.  Ci vogliono tre mesi per impararne a memoria anche uno solo, una volta usato, puff, non c'è più. Sai, è questa la stupidaggine di quest'affare della magia. Passi venti anni a imparare l'incantesimo che ti fa apparire in camera da letto delle vergini nude, e poi sei talmente intossicato dai fumi di mercurio e reso mezzo cieco per avere decifrato i vecchi libroni, che non riesci a ricordare che cosa accade dopo."
  • pag. 113:
    Scuotivento sospirò. Ecco il momento che aveva temuto. «Ci troviamo in una zona con alto quoziente magico. Non chiedetemi come. Qui una volta deve aver avuto origine un campo magico veramente potente, e noi ne risentiamo gli effetti.»
    «Esatto», confermò un cespuglio che passava in quel momento.
  • pag. 199: "Morte alzo le spalle, gesto particolarmente espressivo per uno la cui forma visibile era quella di uno scheletro.IN EFFETTI LI HO DAVVERO PERSEGUITATI, disse. MA ALLA FINE HO PENSATO CHE PRESTO O TARDI TUTTI GLI UOMINI DEVONO MORIRE. TUTTO MUORE ALLA FINE. POSSO VENIRE DERUBATO, MA RIFIUTATO MAI. MI SONO DETTO, PERCHÉ PREOCCUPARMI?".

New Wor(l)ds :

  • correggia: striscia, laccio, cinghia di cuoio;
  • positura: disposizione delle membra del corpo;
  • corrusco: che rimanda scintillii; che si accende o riluce di bagliori, balenii, barbagli e simili; scintillante, sfolgorante, fiammeggiante, balenante;
  • priapico: del dio Priapo; relativo all'erezione del pene;
  • aggottare: rimuovere l'acqua dal fondo di un'imbarcazione e, per estensione, prosciugare uno scavo;
  • entalfa: Antico simbolo esoterico che per gli Egizi raffigurava Horus, figlio di Iside e di Osiride, il Sole;
  • driade: nella mitologia classica, ninfa abitatrice dei boschi.
Acquista ora su laFeltrinelli.it

Informazioni sul libro :

Titolo originale The Colour of Magic
Editore TEA
Anno di prima pubblicazione 1983
Pagine 216
Legatura brossura
Prezzo € 8,60
ISBN 978-88-502-2024-3


Post attinenti:

4 commenti ↓

  • 1 zarNo Gravatar ~ 26/09/2010 @ 17:59:02

    Se posso essere pignolo, Morte parla in maiuscoletto...

  • 2 JhackNo Gravatar ~ 26/09/2010 @ 18:37:44

    @zar: avevo inizialmente scritto "maiuscoletto", poi mi è venuto il dubbio e ho verificato qualche definizione e, se si intende che l'altezza del carattere debba essere pari a quello di una "x" minuscola, allora nella mia edizione è sicuramente maiuscolo. Ho ricontrollato adesso confrontando il parlato di Morte con lettere maiuscole del restante testo e sono uguali. Quindi evidentemente la TEA non ha considerato la cosa; peccato.

  • 3 zarNo Gravatar ~ 26/09/2010 @ 20:59:49

    Hai ragione, nella traduzione italiana è maiuscolo, ma avevo letto che in originale il carattere specifico di morte è proprio il maiuscoletto (e per questo volevo fare il pignuolino).

  • 4 JhackNo Gravatar ~ 26/09/2010 @ 23:29:28

    @zar: già, avevo letto lo stesso anch'io ma, evidentemente, hanno impaginatori poco acculturati e/o poco motivati. Se fossi uno di loro mi sentirei finalmente realizzato nel trovare un libro diverso dal solito e potermi minimamente sbizzarrire.
    Non mi dimenticherò mai come è combinato JPod, di Douglas Coupland. Ma in quel caso il lavoro dell'impaginatore deve essere stato un incubo!

Commentami!

Puoi utilizzare i seguenti tag XHTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>