Chiudi

 

Blog ad Improbabilità Infinita

L'unico blog che può trasformarvi in una balena o in un vaso di petunie

Feed RSS / Commenti RSS APML

Il Tiranno dei Mondi

Scritto il 11 March 2009 alle 20:32

Acquista ora su laFeltrinelli.it

"Il Tiranno dei Mondi", di Isaac Asimov.

In quarta di copertina :

Biron Farrill è un giovane come ce ne sono tanti, ma il suo destino è diverso: coinvolto in una serie di eclatanti avventure che hanno come scacchiera la galassia, dovrà rendersi conto che si sta giocando una partita da cui dipendono le sorti del cosmo. Chi sono i dominatori del pianeta Tyrann? Che cosa vuole il commissario Aratap? Quale mistero si nasconde dietro la nebulosa della Testa di Cavallo? Il Tiranno dei mondi precede il ciclo della Fondazione e ne costituisce la logica e appassionante premessa.

È meglio iniziare con un quadro di insieme più ampio: le vicende si svolgono prima della fondazione del primo Impero Galattico e dello sviluppo del pianeta-città-capitale dello stesso, Trantor. I Tirannici, abitanti del pianeta Tyrann, comandano su un ristretto impero che comprende una cinquantina di mondi ubicati "presso" la nebulosa Testa di Cavallo.

Il pianeta Terra presenta una forte radioattività giustificata, diversamente da quanto riportato ne "I Robot e l'Impero", da una guerra nucleare. Tuttavia è abitato, poiché sono stati inventati dei campi di forza capaci di contenere le radiazioni.

Biron Farill è uno studente che sta completando i propri studi universitari sulla Terra, ma soprattutto è il figlio del Governatore di Widemos, l'uomo più influente del pianeta Nephelos, facente parte dei cosiddetti Regni Nebulari (tra i quali vi sono anche quelli citati successivamente). In seguito ad un attentato a suo danno e all'esecuzione di suo padre, considerato un ribelle agli occhi dei Tirannici, molla tutto e, dietro consiglio di Sander Jonti, si reca sul pianeta Rhodia, uno dei più potenti mondi dei Regni Nebulari, per chiedere al governatore Hinrik di aiutarlo nella successione al governo di Widemos, in quanto questi ha una seppur minima influenza sui Tirannici.

Ad aspettarlo vi sono i Tirannici, rappresentati dal commissario Aratap, i quali sono intenzionati ad arrestarlo per cospirazione. Alla "corte" di Hinrik fa la conoscenza della figlia Artemisia e del di lei zio Gillbret, con i quali fuggirà dal pianeta alla volta di Lingane, dove Gillbret ritiene possa trovarsi la principale cellula di resistenza contro i Tirannici.

Come sempre per i romanzi di Asimov, la trama è scorrevole ed è semplice da leggere. Tuttavia, essa risulta un po' breve, pur mantenendo la rigorosità caratteristica di Asimov nel caratterizzare luoghi e tecnologie, la quale rende le vicende narrate più che verosimili.

Il titolo originale, "The stars, like dust", pur essendo più poetico che concreto, mi pare ben più sensato che "Il tiranno dei mondi", il quale probabilmente è solo un gioco di parole per riferirsi al pianeta Tyrann, che non ha tutta questa importanza. Il riferimento al titolo originale nel testo è l'incipit di una poesia composta da Biron Farill in occasione del suo primo volo spaziale:

Le stelle, come polvere, mi circondano
di viventi nebbie di luce;
e l'intero spazio mi pare di vedere
in un solo grande abbraccio dello sguardo.

E con questo chiudo e faccio un balzo nell'iperspazio!


Prossima lettura: "Paria dei Cieli", di Isaac Asimov.


Errori :

  • pag. 54,-13: "parte dei suoi giudizi potevano ancora essere validi" -> "parte dei suoi giudizi poteva ancora essere valida;
  • pag. 127, 9: "ad" -> "da".

Citazioni :

  • pag. 36: «Dopo i mesi di residenza sulla Terra, ho le idee chiare. È ridicolo presumere di imparare qualche cosa da una società come questa, in fatto di tecnologia militare. È inutile, soprattutto, speculare sulle civiltà preistoriche della Terra, anche se di tanto in tanto torna di moda credere che ci siano arti e scienze perdute. È la gente che crede queste cose ad alimentare le dicerie sulle civiltà primitive.».
Acquista ora su laFeltrinelli.it

Informazioni sul libro :

Titolo originale The Stars, Like Dust
Editore Mondadori
Anno di prima pubblicazione 1951
Pagine 226
Legatura brossura
Prezzo € 9,00
ISBN 978-88-04-39596-6


Post attinenti:

Un misero commento ↓

  • 1 RossellaNo Gravatar ~ 9/03/2010 @ 12:37:20

    L'ho letto al mare, sulla sabbia...Ci ho impiegato praticamente quattro ore, tutto d'un fiato e senza mai smettere...
    La solita trama avvincente, la solita relazione fra ragazzi diversi eppure colti dal colpo di fulmine, i classici colpi di scena alla Asimov.
    Secondo me è il romanzo più bello del ciclo dell'Impero, se non altro quello in cui ci sentiamo maggiormente legati alla Terra (viene descritta, nelle fasi iniziali, ancora abbastanza simile a quanto possiamo immaginarla).
    Mi rimane comunque oscuro il vero ordine dei romanzi: Asimov ne ha dettato uno con il quale non concordo molto...Quello cronologico sembra altrettanto fuori luogo. Chissà...

Commentami!

Puoi utilizzare i seguenti tag XHTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>